Fiesole nell’Ottocento

Musei di Fiesole

Questo itinerario è nato con lo scopo di presentare Fiesole in un periodo molto importante della sua storia, quello cioè nel quale parallelamente alla creazione della città attuale si cominciò a mettere in luce la città antica. I grandi lavori urbanistici intrapresi infatti

per l’ampliamento della città e la costruzione del nuovo centro urbano portarono alla scoperta dei resti di Fiesole antica, in particolare

prima del Teatro e poi delle Terme: grande importanza ebbero anche i lavori per la realizzazione della piazza Umberto I, poi Garibaldi, nel corso dei quali tornarono alla luce strutture etrusche, romane e le prime tombe longobarde. Ancora una volta, un legame profondo unì Fiesole a Firenze: il trasferimento della capitale del nuovo stato a Firenze, il riordinamento della città e le nuove costruzioni da realizzare fece sì che aumentò il lavoro legato all’estrazione della pietra serena: ci fu quindi un incremento di popolazione, soprattutto di scalpellini, che terminò però ben presto quando la capitale fu trasferita a Roma. L’itinerario prevede una prima parte dedicata all’Area archeologica e alla storia della scoperta del teatro e delle terme per passare poi all’Area Garibaldi, dove gli scavi sono tuttora in corso. Successivamente, lungo un percorso che evidenzia la trasformazione del tessuto urbano a seguito del nuovo piano regolatore ad opera dell’architetto Michelangelo Maiorfi, si arriverà fino alle Cave di Montececeri e a Borgunto.

http://www.popedope.com/ | http://blondeadvice.com/ | http://chaldeanart.com/ | penwing.com