Una camera oscura grande come Santa Maria Novella. Visita al MNAF e laboratorio con apparecchi ottici in Piazza Santa Maria Novella

MNAF Museo Nazionale Alinari della Fotografia

L'attività è rivolta a bambini e ragazzi delle scuole primaria e secondaria di primo e secondo grado

Le immagini nascono spontaneamente in natura, basta uno spazio buio in cui riesca ad intrufolarsi un po’ di luce, come lo stesso Leonardo da Vinci ci spiega. Il grembo entro cui nascono le immagini è la camera oscura. Questa può assumere varie dimensioni: da una stanza buia a una scatola da scarpe, da una conchiglia a una bocca, dagli occhi ad una cattedrale.

Dopo aver esaminato le camere oscure storiche esposte al museo, si osserva come la facciata di Santa Maria Novella - capolavoro del Rinascimento - sia dotata di un foro, lo gnomone, che trasforma la cattedrale in un’enorme camera oscura usata nel passato per leggere e studiare il movimento del sole.

Durante l’attività vengono sperimentate una serie di camere oscure - da indossare come dei caschi o da tenere tra le mani - per mettere il paesaggio “sottosopra” e per riprodurre la realtà in modo sempre diverso …

Gli studenti realizzano un album collettivo che viene rilasciato ad ogni classe come ricordo. I partecipanti sono invitati a postare il proprio lavoro su Facebook.

 

http://www.popedope.com/ | http://blondeadvice.com/ | http://chaldeanart.com/ | penwing.com