Souvenir. L’Italia del Grand Tour Visita al MNAF e laboratorio nella sede storica Fratelli Alinari

Museo Nazionale Alinari della Fotografia

L'attività è rivolta a ragazzi della scuola secondaria di primo e secondo grado

Il Grand Tour, viaggio di istruzione che si proponeva di educare attraverso l’utile esercizio del confronto, nasce nel Seicento. Da quel momento in poi diviene una vera e propria moda tra i giovani aristocratici di tutta Europa che intraprendono lunghi viaggi alla ricerca di bellezze naturali e artistiche. Meta prediletta e irrinunciabile di questi tour è l’Italia, ricca di storia e patria della classicità.

Delle loro visite i viaggiatori spesso trattengono un ricordo, realizzando disegni, tenendo diari o acquistando souvenir. Dipinti, stampe e acqueforti, raffiguranti paesaggi o città visitate, cominciano, così, ad apparire nelle aristocratiche dimore europee, come forma di ostentazione dello status sociale e dell’alto livello culturale.

Nell’Ottocento anche il mezzo fotografico viene impiegato per documentare questi viaggi e i Fratelli Alinari sono tra i primi, in Italia, a realizzare e diffondere souvenir  fotografici  che ritraggono i costumi, i paesaggi, le città e le opere d’arte del Bel Paese.

Immedesimandosi nei panni di giovani Grandtourists, si parte a caccia di ricordi e souvenir in un “Giro in Italia” che ripercorre i luoghi, le opere e i personaggi protagonisti di questa grande epopea!

I partecipanti sono invitati a portare un souvenir (o la fotografia di un souvenir) che rappresenti il luogo da cui provengono. I souvenir più originali saranno selezionati e pubblicati sul sito www.mnaf.it.

Allo scopo di continuare autonomamente a lavorare sul tema del Grand Tour la classe riceve in omaggio una piantina di Firenze con immagini Alinari.

http://www.popedope.com/ | http://blondeadvice.com/ | http://chaldeanart.com/ | penwing.com